Cos’è un condizionatore d’aria o climatizzatore?

Il condizionatore

Panasonic condizionatore

Il condizionatore  funziona sfruttando alcune leggi della termodinamica e le proprietà del Freon un gas nobile e ritenuto il più funzionale ed efficiente disponibile oggi sul mercato:

IL gas R410 è privo di cloro, atossico e non infiammabile.

Oggi si utilizza anche L’R32  che ha un valore GWP (Potenziale di Riscaldamento Globale) di 650, rispetto al valore di 1.975 dell’attuale R410A, con una riduzione del 67% delle emissioni di CO2

Tutti i gas quando si comprimono si riscaldano e poi, una volta raffreddati, diventano liquidi. In seguito alla compressione, alcuni gas speciali come il Freon aumentano di temperatura in modo eccezionale. Con circa venti atmosfere il Freon passa da una temperatura di 12°C alla bellezza di 80°C cos’ che poi raffreddandosi diventa liquido.

Poiché un gas liquefatto fatto passare attraverso un buchino si espande e diventa freddo, il Freon diviene freddissimo.

Com'é fatto?

Il condizionatore é costituito da due parti, una che é posta all'interno dell'ambiente e una che é posta all'esterno all'aria aperta :queste sono collegate tra loro da tubi di Rame, dove circola il Freon, e cavi elettrici. Gli elementi contenuti nella parte interna sono: uno scambiatore di calore e un ventilatore; quelli presenti nelle parte esterna sono: un compressore, uno scambiatore di calore e un ventilatore. Il compressore é una pompa elettrica che comprime il gas Freon.

Il climatizzatore

Anche il climatizzatore raffredda l’aria ma, in più, funge anche da deumidificatore, da filtro ed è in grado anche di riscaldare l’ambiente, grazie a una pompa di calore. E non è tutto: il climatizzatore permette addirittura di impostare la temperatura e il livello di umidità desiderati. Quando si raggiunge la temperatura desiderata, rilevata tramite sensori, il climatizzatore si blocca; si riaccende solo quando serve.

Acquistare il climatizzatore adatto alle proprie esigenze può sembrare un’operazione banale, ma in realtà non è così facile. Certamente se si guarda solo al dover rinfrescare una stanza, il discorso diventa molto semplice, ma se l’obiettivo è quello di riuscire ad ottenere le prestazioni ottimali, e quindi abbassare le bollette, può rendersi necessario l’intervento di un installatore di condizionatori qualificato ed esperto e AIRAGHI IMPIANTI è garanzia per i suoi clienti dal 1920.

Quale scegliere?

A - Occorre capire quale sistema è più adatto alle condizioni ambientali del proprio contesto tenendo conto delle caratteristiche del locale da climatizzare (dimensioni, numero di pareti esposte, numero di finestre e porte-finestre, numero di persone che vi abitano) per stabilire tipo e potenza del climatizzatore.

 

B - Esistono climatizzatori denominati condizionatori e altri a pompa di calore; i condizionatori sono in grado di raffreddare l'ambiente ma non di riscaldarlo, mentre i climatizzatori a pompa di calore sono in grado anche di riscaldare, deumidificare e filtrare l’aria. Oggi quasi tutti i climatizzatori sono a pompa di calore, consentendo non solo il raffrescamento estivo ma anche il riscaldamento invernale.

 

C - Climatizzatori con tecnologia inverter: la tecnologia Inverter consente di regolare in continuazione e automaticamente la potenza e la velocità di funzionamento dei climatizzatori in base alla temperatura esterna e ai valori impostati per gli ambienti interni, evitando i continui spegnimenti ed accensioni tipici dei modelli tradizionali. Ciò comporta un risparmio energetico fino al 40% e una maggior durata del compressore.

Climatizzatori: modelli e tipo d’istallazione

I climatizzatori possono essere portatili o fissi; quelli fissi possono essere monosplit o multisplit, canalizzati e senza unità esterna.  

Climatizzatori mono-split

Daikin

I climatizzatori mono-split sono quei sistemi in cui ogni apparecchio interno è collegato ad una unità esterna. Questo tipo di climatizzatore viene generalmente utilizzato per le abitazioni in cui non sono numerose le stanze da climatizzare
Tra i sistemi mono-split un esempio è offerto da

Climatizzatori multi-split

Consiste in un sistema di climatizzazione munito di due o più apparecchi interni collegati alla stessa unità esterna. Questo sistema è maggiormente efficiente nelle realtà aziendali o industriali, come uffici e negozi, in quanto tutte le unità interne vengono utilizzate contemporaneamente così da sfruttare appieno le sue prestazioni. Rispetto al mono-split è più costoso in quanto il motore è più grande rispetto ad un motore di una macchina mono.

Bonus fiscali

Inserisci il sottotitolo qui

Con la legge di bilancio 2017 (legge n. 232 del 11 dicembre 2016) è stata prorogate fino al 31 dicembre 2017 la detrazione fiscale del 65% per gli interventi di efficientamento energetico.
La detrazione spetta per le spese sostenute, e rimaste a carico del contribuente (per es. non incentivati dal Comune) per:

 

1 - Interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione. La detrazione spetta fino a un valore massimo di 30.000 euro

2 - sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con pompe di calore ad alta efficienza e con impianti geotermici a bassa entalpia, con un limite massimo della detrazione pari a 30.000 euro.

3 - Detrazione fruibile sia per abitazioni, uffici, negozi ecc.

 

l bonus condizionatori 2017, è un’agevolazione che spetta ai contribuenti anche se vi sono lavori di ristrutturazione.

Infatti, con l’acquisto di un condizionatore d’aria che sia in pompa di calore, ossia, che valga sia per il riscaldamento nella stagione invernale, ad integrazione o in sostituzione dell’impianto di riscaldamento già esistente, che per il raffreddamento, ha diritto a detrarre dalla dichiarazione dei redditi la suddetta spesa.

per fruire dello sgravio fiscale occorre che il condizionatore acquistato, sia mirato al risparmio energetico, anche se non è obbligatorio che sia ad alta efficienza, e all’integrazione o sostituzione dei condizionatori preesistenti con impianti dotati di raffreddamento e riscaldamento, dotati cioè di pompe di calore.

 

L’installazione di un nuovo condizionatore o la sua sostituzione, beneficia quindi di una delle seguenti detrazioni:

  • Bonus condizionatori con ristrutturazione edile: detrazione al 50% se il nuovo impianto è a pompa di calore, anche a non alta efficienza ma permette il risparmio energetico con riduzione IVA al 10% : questo vale esclusivamente se trattasi di unità immobiliari residenziali o parti comuni e condomini.
  • Bonus climatizzatori risparmio energetico: detrazione al 65% per condizionatori con pompa di calore ad alta efficienza che sostituiscono l’impianto di riscaldamento esistente.
  • Bonus condizionatori con bonus mobili con ristrutturazione: detrazione 50%, quando si realizza una ristrutturazione edilizia straordinaria su singole abitazioni o condomini, è possibile fruire della detrazione se si acquistano mobili e grandi elettrodomestici A+ (A per i forni), ivi compresi i climatizzatori.
  • Bonus condizionatori senza ristrutturazione: se non vengono effettuati lavori di ristrutturazione, è possibile lo stesso fruire dell’agevolazione fiscale, in quanto l’intervento rientra in quei lavori agevolabili al 50% su 10 anni, a patto che il condizionatore sia in pompa di calore.
  • Nel caso in cui, l’acquisto del condizionatore a pompa di calore, avvenga a seguito ristrutturazione, spetta una detrazione al 50% per un tetto massimo di spesa pari a 96.000 euro fino al 31 dicembre 2017.

 

 

BONUS CLIMATIZZATORI 2017 CON LAVORI DI RISPARMIO ENERGETICO:

 

Come deve essere pagato il condizionatore per detrarlo per poter usufruire del bonus fiscale?

 

Al fine di ottenere il diritto al bonus condizionatori 2017, come spesa detraibile dalla dichiarazione dei redditi 2017 tramite modello 730 e Unico, il cittadino o l'impresa, deve :

1. eseguire l'acquisto o la sostituzione del climatizzatore con regolare fattura

2. eseguire pagamento solo tramite bonifico bancario o postale, nei quali va indicata la causale nel bonifico usata da banche e Posta per bonifici relativi ai lavori di ristrutturazione fiscalmente agevolati in cui indicare

a) Codice fiscale del beneficiario della detrazione

b) Numero di partita Iva o il codice fiscale del negozio o rivenditore.

Ricordiamo inoltre che, su tali bonifici viene trattenuto al solo  venditore l’8%

Le ricevute dei pagamenti e le fatture di acquisto del condizionatore, riportanti la natura, qualità e quantità dei beni e servizi acquistati, valgono come documentazione fiscale da conservare. 

 

IVA agevolata 10% sull'acquisto del condizionatore: come si calcola?

 

IVA agevolata 10% acquisto condizionatore: Il condizionatore è considerato un "bene significativo", ed è per questo che sul suo acquisto è prevista l'lVA agevolata con aliquota al 10%, anziché al 22%. Tale aliquota agevolata però, non si applica indistintamente sul prezzo totale di acquisto, bensì solo sulla differenza tra il valore totale del servizio - il costo del condizionatore.

Sulla differenza tra spesa complessiva - costo condizionatore, si applica l' IVA agevolata al 10% mentre sul resto l'aliquota è al 22%.

Esempio di calcolo IVA agevolata:
Costo totale dell’intervento: 4.000 euro, di cui:
a) manodopera e installazione: 800 euro;
b) Costo climatizzatore 3.200 euro.

Sul costo della manodopera viene applicata l’IVA al 10% mentre sul climatizzatore l’IVA agevolata al 10%, si applica solo sulla differenza tra il costo totale dell’intervento ed il costo del climatizzatore , per cui 4.000 - 3.200 = 800. Sul valore residuo del climatizzatore (2.400), si applica l’IVA al 22%.

I prodotti consigliati

Daikin - BLUEVOLUTION

La nuova gamma residenziale 2017, Daikin BLUEVOLUTION, ridefinisce gli standard di mercato per design, efficienza, silenziosità, aria pura e controllo dei consumi, con particolare attenzione all’impatto ambientale.

Sono quattro le nuove serie, disponibili nella versione mono e multi.

Panasonic - Etherea 2016

Nuovi Panasonic Etherea 2016. Perfetti all'esterno, perfetti all'interno
Nuovi modelli Etherea dotati di sensori intelligenti Econavi e un nuovo sistema di purificazione dell'aria nanoe. Assicurano un'elevata efficienza (SEER A+++), comfort (tecnologia Super Quiet - solo 19 dB(A)), un ambiente sano e un design accattivante.

Mitsubishi - Kirigamine Zen

Mitsubishi Kirigamine Zen White è il climatizzatore ideale per ambienti chiari e luminosi, la sua forma lineare arreda con discrezione ed eleganza gli interni più ricercati.

White è l'essenzxa del design: invisibile finché non lo si nota.

Richiedi informazioni sui condizionatori

* Campi obbligatori
Share by: